Skip to content

Ma questo DecoroUrbano.org…funziona?

2015 giugno 11
by Fabrizio Bottacchiari
DU_TREE

La risposta, seppur articolata, è molto semplice. Però preferisco partire da alcuni concetti che spesso non risultano molto chiari alla community. DecoroUrbano.org è stato creato da semplici cittadini con la volontà di creare un filo diretto tra noi e la Pubblica Amministrazione. Prima di DecoroUrbano inviare stati di degrado non era così semplice, esisteva un numero di fax, uno sportello e altri canali “analogici” – in più – non si conosceva l’iter della nostra segnalazione. Una infrastruttura di questo genere la possiamo paragonare quindi ad una bottiglia nel mare. DecoroUrbano è un software, non siamo noi di Maiora Labs a prendere in carico e risolvere gli stati di degrado. Ultima cosa importante da sapere prima di passare alla risposta “funziona?”: in Italia ci sono più di 8000 comuni, attualmente circa 200 sono “attivi, quindi ricevono nel giro di 24/48 ore le vostre segnalazioni attraverso un apposito pannello di controllo. Per gli altri “non attivi”, inviamo automaticamente ogni settimana un report in excel con tutte le segnalazioni. Questa operazione spesso si traduce in un’attivazione da parte del comune.

Ora veniamo alla risposta, DecoroUrbano è nato nel 2011, oggi, dopo diversi anni, possiamo contare una grandissima quantità di Buone Pratiche grazie alla mobilitazione di noi cittadini e ad un impegno sempre maggiore della Pubblica Amministrazione. Può sempre capitare “qualcosa che non va”, ma ora siamo riusciti anche a digitalizzare la comunicazione rendendola veloce ed efficiente e questo ha reso trasparente e sempre più puntuale l’operato della PA. Non ci resta, quindi, che mantenere l’impegno e vedere giorno dopo giorno il frutto di questa sinergia.

Grazie per il vostro contributo

Fabrizio Bottacchiari
Maiora Labs Srl
10404141_10204395584750925_4584660234594876911_n

Be Sociable, Share!
One Response leave one →
  1. Alessandro Taddei permalink
    luglio 22, 2015

    Interessante l’iniziativa e vorrei proporla nel ns Comune.
    Ma mi viene da chiedere, se è gratuito e open source, chi paga i costi di sviluppo e manutenzione?
    grazie

Leave a Reply

Note: You can use basic XHTML in your comments. Your email address will never be published.

Subscribe to this comment feed via RSS