News su Decoro Urbano

Perchè diventare Comuni Attivi?

Mentre la rete accoglie con entusiasmo il lancio di Decoro Urbano, alcuni utenti chiedono delucidazioni in merito alla gestione delle segnalazioni da parte dei Comuni. Segnaliamo a questo proposito la pagina FAQ e la presentazione di Decoro Urbano per i Comuni. Quest’ultima può essere un utile strumento per invitare il proprio Comune all’adesione.
Cogliamo inoltre l’occasione per analizzare un aspetto fondamentale del progetto, ovvero:

“Perchè non inoltrare un’email al Comune per ogni segnalazione?”

Che si tratti di Posta Elettronica Certificata o di un indirizzo email di un ufficio preposto al decoro, un Comune non potrebbe mai gestire le notifiche esclusivamente via email. Tale servizio di notifica si attiva in automatico al momento dell’adesione che – ricordiamo – è assolutamente gratuita per le amministrazioni pubbliche.

All’interno di Decoro Urbano sono gia presenti le pagine di tutti gli oltre 8000 Comuni italiani (ad es. per Roma: roma.decorourbano.org , per Milano: milano.decorourbano.org e così via) e ogni pagina può essere raggiunta digitando l’indirizzo nella barra del browser o utilizzando la ricerca rapida di Decoro Urbano. Presto sarà disponibile una pagina dedicata all’elenco dei Comuni in modo da favorire ulteriormente l’accesso alla pagina interessata.

I Comuni Attivi

Al momento dell’adesione al network, il “Comune Attivo” riceve gli strumenti per cambiare lo status delle segnalazioni da “in attesa” a “in carico” e infine “risolta“, aggiornando in tempo reale la community dei segnalatori.
Ogni volta che viene effettuata una segnalazione nell’area di competenza di un Comune Attivo, il team di Decoro Urbano effettua una moderazione accertandosi della pertinenza dei contenuti e del rispetto delle clausole di utilizzo.
La pubblicazione della segnalazione coincide con la notifica via email all’indirizzo fornito dal Comune Attivo. In questo modo il Comune può monitorare costantemente il territorio, valutando i singoli casi e ottimizzando così la gestione degli interventi.

La condivisione delle segnalazioni

Condividere le proprie segnalazioni online, soprattutto utilizzando gli strumenti di share Facebook e Twitter presenti su ogni segnalazione, è un ottimo sistema per invitare il Comune ad intervenire con priorità. I prossimi aggiornamenti di Decoro Urbano permetteranno inoltre di sottoscrivere le segnalazioni altrui per una maggiore visibilità ai problemi maggiormente sentiti dalla community.

Invita il tuo Comune

L’adesione di un Comune può essere accelerata e favorita in diversi modi:
Scrivendo ai Comuni e alla stampa nazionale e locale segnalando l’iniziativa, innanzitutto. Consigliamo inoltre a tutti i Segnalatori di intensificare la propria attività, assicurandosi di inviare segnalazioni pertinenti (Rifiuti, Segnaletica, Dissesto Stradale, Vandalismo/Incuria, Degrado Zone Verdi, Affissioni Abusive)  e ovviamente di condividere le proprie segnalazioni sui propri profili Facebook e Twitter, scrivendone in rete, informando gli amici.

La cittadinanza attiva inizia da noi! WE DU!

 
 

4 Comments

  • Carlo Reggiani ha detto:

    Comincio con i complimenti per l’iniziativa.
    Permettetemi pero’ di farvi una domanda: esiste un progetto “commerciale” identico a vostro (ePart) con un modello di business che si regge con un costo annuo per i comuni che attivano il workflow di gestione delle segnalazioni.
    Prima di proporre al mio sindaco di aderire al progetto vorrei conoscere in dettaglio il vostro modello di business, considerato che non siete una associazione noprofit.
    Grazie anticipatamente per i chiarimenti.

    • Decoro Urbano ha detto:

      Salve Carlo,
      ti ringraziamo per i complimenti e rispondiamo alla tua domanda:
      Decoro Urbano è un progetto etico di Maiora Labs, che nasce per essere gratuito per i cittadini e per i Comuni che aderiscono al network.
      Questa prima fase è stata totalmente autofinanziata e, per le successive implementazioni, siamo aperti a finanziamenti di natura pubblica o privata, sponsorship e/o partnership.
      E’ stata scelta questa strada per garantire l’accesso alle amministrazioni pubbliche ad un servizio realizzato allo scopo di incoraggiare la cittadinanza attiva e la partecipazione.
      Grazie per il supporto!

  • […] Ci auguriamo che l’Amministrazione locale percepisca il valore della partecipazione e aspettiamo Catanzaro tra i “Comuni Attivi”. […]

  • […] non ha fatto che crescere! Prossimi al lancio ufficiale e alla relativa pubblicazione dei primi Comuni Attivi, pubblichiamo un aggiornamento delle cifre del network in un mese di […]

Leave a Reply

1 + 16 =